Profilo del Creatore: Dan & Chelle

January 07

10 min. to read

view 775

Questa settimana, facciamo due chiacchiere con Dan e Chelle, marito e moglie che risiedono in Utah, appassionati nel fotografare viaggi e amore.

Introduzione

Non è un segreto che per la coppia di fotografi Dan e Chelle, marito e moglie, viaggiare è la loro più grande passione nella vita. Come prova di ciò, basta fare un breve viaggio indietro nel tempo fino al 2019, quando hanno girato 11 paesi in 11 mesi, girato 235 video e scattato un numero record di foto.

Ma per Dan e Chelle, non sono i luoghi che contano. Sono le persone.

"Adoro catturare l'amore, a prescindere dal tipo di amore", dice Chelle. “Vivo grazie a questo. Vivo grazie all'energia delle persone e al fare foto ad altre persone. E lo stesso vale per gli scatti che ci facciamo a vicenda, per l'energia che sentiamo tra di noi. Mi piace davvero catturare teneri momenti di vera felicità".

La prima scintilla

I social media hanno giocato un ruolo importante nel successo di Dan e Chelle.

"Direi che la nostra principale fonte di affari è il passaparola o, francamente, Instagram", afferma Chelle. "Riceviamo molto lavoro da persone che hanno visto i nostri scatti su Instagram, che abbiano visto la nostra pagina personale in cui ci siamo solo noi due, o che abbiano visitato la nostra pagina di fotografia che presenta il lavoro che facciamo per altre persone".

Oltre ad alimentare la loro attività, i social media hanno spinto la coppia di fotografi a non smettere mai di muoversi.

"Ci piace trasformare le immagini molto velocemente, soprattutto nel nostro lavoro personale", afferma Chelle. "Quando viaggiamo o scattiamo foto solo di noi stessi, le mettiamo sui social media il più velocemente possibile".

Profilo del Creatore: Dan & Chelle Image1
Profilo del Creatore: Dan & Chelle Image2

Definizione della visione creativa

Dietro ogni foto di Dan e Chelle c'è una semplice verità umana: le persone vogliono solo sentirsi bene ed essere felici.

"Penso che la nostra fotografia catturi davvero la felicità, specialmente con Chelle", afferma Dan. "È semplicemente una persona felice e divertente. La sua personalità si manifesta nella fotografia. E penso che questo sia davvero fantastico. Penso che la gente lo veda. Anche oltre la qualità professionale, vedono quell'energia e la possono percepire".

Per Chelle, la composizione perfetta è tutto.

"Sento come se ogni volta che pubblichiamo una foto in cui siamo molto lontani o la coppia è davvero piccola e lontana, quelle non sembrano funzionare altrettanto bene", confida Chelle. "Ma se pubblichiamo una foto che mette davvero in mostra i volti della coppia e il loro sincero amore reciproco, quelle funzionano sempre molto meglio".

Perfezionamento dell’editing

Dan e Chelle sono sempre stati ossessionati dall'editing, per fare in modo che il prodotto finale sia impeccabile. Ma quando si è arrivati al momento di incorporare l'IA nel mix, avevano una certa apprensione.

"Quando abbiamo sentito per la prima volta la parola IA, collegata al fotoritocco, avevamo un po' di timore, perché pensavamo di stare perdendo parte del nostro controllo", dice Dan. "Siamo molto abituati ad avere il controllo su tutto ciò che stiamo facendo a una foto. E permettere al computer di fare il lavoro può spaventare all'inizio, perché non sai cosa andrà a fare. E così si dà parte di quel controllo al computer".

Queste preoccupazioni sono state messe a tacere quando i due hanno scoperto rapidamente che l'IA non fa affatto paura.

"Non si abbandona completamente il controllo. Il computer modifica davvero bene, a volte anche meglio di quanto mi sembra di poterlo fare. Allo stesso tempo, però, anche se è il computer a fare il lavoro, si ha comunque la libertà di tornare indietro e apportare regolazioni secondo necessità".

Profilo del Creatore: Dan & Chelle Image3
Profilo del Creatore: Dan & Chelle Image4

Che ruolo può rivestire l’IA nell’editing di foto?

Dan e Chelle hanno testato LuminarAI e hanno scoperto rapidamente cosa significa per la realizzazione della loro visione creativa.

"Modifico le immagini per farle sentire più vive", osserva Chelle. “Mi sembra che le foto non lavorate siano spesso piatte. E quindi sento che quando si va a modificare una foto, la si porta davvero vita e si possono far emergere più colori. Puoi aggiungere molta più bellezza a una foto se ti prendi un po' di tempo per modificarla un po'".

Secondo Chelle, LuminarAI gioca un ruolo importante nell'ottenere i risultati a cui punta, in modo semplice e rapido. In passato, dice, l'editing consisteva nel “dover gestire tutte le ombre, le luci, i bianchi, i neri e l'esposizione, tutto separatamente. LuminarAI ha molti strumenti, che prevedono uno o due slider da regolare che si occupano di fare tutto questo".

Se l’IA vi fa risparmiare tempo, dove intendete trascorrerlo?

Dan osserva che, quando fa editing di una foto senza tool di intelligenza artificiale, ci sono tantissime azioni ripetitive da compiere. “Questo ti può stancare molto velocemente, ma devi solo "farti largo a forza". Mi sono allenato in modo tale che, quando inizio a fare editing, devo farmi largo a forza - ossia le attività ripetitive - e non sempre non vedo l'ora di farlo".

L'intelligenza artificiale elimina alcune di queste azioni ripetitive. E secondo Chelle, è molto promettente.

"Con l'intelligenza artificiale, hai più tempo per scattare foto, per il marketing e per i tuoi clienti. Se non dovessimo modificare così tanto la sera da soli, in particolare quando siamo in viaggio, non dovremmo smettere di fare foto così presto la sera, come spesso ci capita. E così avremmo più tempo per scattare di più".

Dan concorda, identificando un altro importante aspetto positivo: "Con l'intelligenza artificiale che ci fa risparmiare tempo, possiamo passare più tempo insieme".

"Vero. Vorrei trascorrere quel tempo completamente senza dispositivi elettronici”, afferma Chelle. “Vorrei solo spegnere tutti gli schermi e semplicemente stare insieme. Sì, sembra una cosa banale. Ma la apprezzerei molto, perché mi sembra che trascorriamo gran parte della nostra carriera davanti allo schermo di un computer, o sui nostri telefoni a sviluppare i nostri canali social. E mi piacerebbe semplicemente mettere giù tutti i dispositivi e staccare".

Pillola di saggezza conclusiva

A prescindere dal tipo di visione creativa a cui stai puntando, l'IA può svolgere un ruolo importante. Certamente è così per Dan e Chelle.

"Come fotografi ritrattisti, direi che la mia parte preferita è senza dubbio tutta l'intelligenza artificiale per i tratti del viso, come IrideAI", afferma Chelle. "Noi non cambiamo il colore degli occhi. Ma solo essere in grado di aggiungere un livello aggiuntivo per occhi di un certo colore aiuta davvero a farli risaltare. Il modo in cui LuminarAI rileva ogni volto in una foto... è davvero incredibile".

Dan è d'accordo. “Tutto quello che dobbiamo fare è spostare uno slider. L'IA rileva i volti, individua gli occhi e, da questo punto in poi, a te basta solo modificare le impostazioni. Non devi passare il tempo con le maschere e il tutto è incredibilmente veloce".

Puoi vedere il lavoro di Dan e Chelle su Instagram e sul loro canale YouTube.

Written by

Jonathan Lewin

Luminar logo photo effects app

Discover the future of photo editing

Learn about LuminarAI

Usa Aurora HDR gratuitamente per 14 giorni.

Inviato con successo!

Controlla la tua casella di posta.
Ti abbiamo inviato una copia via email.

Ci dispiace

Sembra che tu sia già iscritto

Ci dispiace

Questo ci rattrista. Sembra che tu ti sia disiscritto dalle email di Skylum. Ti preghiamo di iscriverti nuovamente qui.

Grazie per il download
Aurora HDR

Preparazione del tuo download in corso...

Il tuo download non si avvia?
Non preoccuparti, clicca qui per riprovare.

Ops! qualcosa è andato storto. Don't worry, just click here to try again.

Passaggio 1

Passaggio 1 Individua e apri
l'installer di Aurora HDR

Passaggio 2

Passaggio 2 Segui le istruzioni
per installare Aurora HDR

Passaggio 3

Passaggio 3 Goditi la nuova esperienza
di editing di foto

Luminar logo photo effects app

Straordinario. Velocissimo.